Rødhåd

LABEL
Dystopian

PERFORMANCE
DJ

CONTACT
Valerio Serranti

LINKS
Facebook 
Label 
Soundcloud
Rødhåd

BIO
La sua carriera comincia in età adolescenziale alla fine degli anni '90 attraverso piccoli party all'aperto che ottengono un successo inaspettato. La notizia di un giovane prodigio che infiamma queste feste sconfina non solo dai limiti urbani di Berlino, ma si estende oltre i confini della Germania. Nel 2009 nasce Dystopian: una serie di appuntamenti notturni in alcuni club storici di Berlino come l'Arena Club, il Tape Club e l'Horst Krzbrg Arena, in cui Rodhad è resident deejay e in seguito ne diventerà anche label manager. Dopo solo un anno di attività viene notato dagli organizzatori dell'ormai leggendario club Berghain che iniziano ad ospitarlo con assiduità. Ciò gli apre la possibilità di esibirsi nelle maggiori città europee e in festival prestigiosi come l'Awakenings Festival o il Wather e il Melt Festival, conferendo alla sua attività artistica una dimensione sempre più internazionale.

Le sue prime produzioni originali ricevono gli apprezzamenti dei migliori deejay techno in circolazione: da Robert Hood a Jeff Mills a Dave Clarke, Marcel Dettmann o Ben Klock. Il tratto distintivo del suo repertorio è identificabile in una Dub-Techno legata ad atmosfere profondamente scure e malinconiche che s'intrecciano con estrema eleganza a un impianto ritmico di grande effetto.

Nel 2012 il celebre portale musicale Resident Advisor lo indica come rivelazione dell'anno e negli anni successivi si consacra come uno dei nomi più richiesti e acclamati dell'intero panorama techno mondiale.

CONTENT