Len Faki

LABEL
Figure/Ostgut Ton

CONTACT
Alessandro Ravizza

LINKS
Facebook
Resident Advisor
Soundcloud 


NEXT EVENTS
31/12/2018 - Obihall, Firenze
Len Faki

BIO

Il DJ, remixer, produttore discografico tedesco Len Faki si è affermato come talento di rilievo nell' ambito della musica techno, meritando la fama internazionale di artista tra i più quotati e amati della scena contemporanea. Nel 2003 Len si trasferisce a Berlino dopo anni di intensa dedizione all' attività di produzione e management delle sue acclamate etichette, Monoid e Feis. Qui, durante lo stesso anno, fonda Figure, progetto discografico impostato per esprimere la propria visione di musica techno e definire una tipologia di suoni più all' avanguardia: un sound innovativo e audace, energetico e indomabile, dedicato e rivolto alla realtà del club. Oggi, dopo la cinquantesima uscita, Figure è considerata un' etichetta di successo, con le collaborazioni di grandi artisti quali Johannes Heil e Slam, e il contributo di produttori imminenti quali Markus Suckut, A. Mochi e Psyk. La residenza ufficiale di DJ presso il leggendario club berlinese Berghain, sin dalla sua apertura nel 2004, conferisce un' ulteriore spinta alla sua carriera e approccio artistico già di ampie vedute. Migliaia di fan in tutto il mondo sono stati sedotti dai suoi lunghi set che, intrisi di tonalità nuove e varietà di stili, si traducono in un' viaggio musicale che lascia il segno. Le sue performance sono descritte come esperienze audiovisive in cui l’artista non si limita a suonare per il pubblico, ma interagisce con esso attraverso la carica travolgente della sua musica. Nel 2006 Len si concentra su un nuovo progetto e fonda Podium, etichetta sulla quale rilascia una breve serie di 45 giri insieme alle produzioni di colleghi e amici artisti. Sin dalle prime uscite, Podium riceve ampio consenso tra il pubblico, proponendo un genere di musica techno dai suoni più sperimentali. Così, quella che originariamente era stata concepita come piattaforma per i lavori di Len, è andata affermandosi come etichetta di successo e terreno fertile per svariate produzioni. Nel 2007 l’artista pubblica l'EP “Rainbow Delta / Delta del Mekong” - oggi considerato un “classico” dei dischi rilasciati dall’etichetta Ostgut Ton. Di qui seguono altre produzioni di rilievo. Brani come “My Black Sheep” e “Odyssee II”, suscitano forti consensi e si affermano come grandi successi nei club di tutto il mondo durante il 2007 e 2008. Il brano “Death By House”, rilasciato sulla Cocoon di Sven Väth, domina le piste dei festival estivi dello stesso anno. Grazie alle sue produzioni e set appassionati, Len riceve svariati riconoscimenti apparendo tra le prime posizioni nelle classifiche di famose riviste del settore: nel 2007 viene nominato al primo posto nelle tre categorie “Best Tracks”, “Best Producer” e “Best Newcomer", secondo i lettori della rivista tedesca Groove. Nel 2009 Len inaugura il progetto “Figure Spc”, etichetta che fin dalle prime produzioni ottiene ampio consenso dal pubblico. La primavera dello stesso anno segna un altro momento importante della sua carriera, con la pubblicazione del suo primo Mix-CD sulla Ostgut Ton : “Berghain 03 - Len Faki” . Presentando tracce esclusive di noti produttori quali Radio Slave e Chris Liebing, la compilation rafforza ulteriormente la sua reputazione di DJ tra i più innovativi e versatili del settore, con l'abilità di bilanciare le sonorità più eccentriche con le moderne sensibilità techno. Lo stile arido e al contempo comunicativo lo contraddistingue come un vero gentiluomo dietro i giradischi. Un artista le cui performance sono inspirate dalla passione e l’ estetica, e la cui tecnica di esecuzione e accuratezza nei passaggi tra ritmi incalzanti gli consentono di anticipare, come un sensore sulla scala Richter, le eruzioni della dancefloor alla carica esplosiva dei suoi set.

CONTENT