Jamie XX

LABEL
Young Turks

PERFORMANCE
DJ

CONTACT
Alessandro Ravizza

LINKS
Website 
Facebook
Resident Advisor 
Soundcloud
 

Jamie XX

BIO
Classe 1988, Jamie Smith inizia prima come componente (e produttore) degli XX, band attivata con alcuni compagni e amici di lunga data come Romy Madley Croft, Oliver Sim e Baria Qureshi.

L'alias Jamie XX viene inaugurato nel 2009 con la scusa di promuovere il primo omonimo lavoro della band attraverso un mix promozionale per il sito e magazine digitale Fact. 
Nel 70° episodio della serie, il producer prepara una scaletta dove, assieme a brani della band, alterna produzioni, mix ed edit propri, e tracce di Four Tet, Burial, Zomby, CocoRosie e altri ancora.
L'alias diventa da subito operativo, soprattutto per una serie di remix su commissione che diventano la specialità del producer.

L’album di debutto del 2009 degli XX è entrato di diritto nella People List di Pitchfork, classificato come uno dei migliori di tutti i tempi.

Nel 2011 esce il primo singolo autografato 'Far Nearer/ Beat For', dove troviamo, nella prima traccia, un Jamie tanto lontano dalle atmosfere della band quanto vicino a quelle, africane, colorate e brillanti, di un SBTRKT. Differente invece il secondo brano, che immerge l'ascoltatore nelle tipiche e fumose atmosfere del club del dopo dubstep.
Nel frattempo, la fama del musicista cresce e così la richiesta per i suoi remix.
Nel 2011, all'interno del progetto di remix curato dai Radiohead TKOL RMX, Jamie contribuisce con diverse versioni del brano Bloom, e poco più avanti nell'album Take Care di Drake, la title track è prodotta da lui. 

Per vedere di nuovo all'opera Smith da un punto di vista produttivo, al di fuori degli XX - con i quali nel 2012 pubblica l'album 'Coexist' - bisogna attendere il 2014, anno in cui escono i singoli Sleep Sound e All Under One Roof Raving.
I brani rappresentano anticipazioni di In Colour, il primo vero album sulla lunga distanza di Jamie XXche esce nel giugno 2015, dopo la pubblicazione di altre due anticipazioni: Loud Places (con il feat. di Romy) e Gosh, entrambi accompagnati da videoclip.

In generale In Colour potrebbe esser visto come il beautiful rewind di Jamie XX, un lavoro tra l'omaggio, la citazione e la reiterrpretazione in chiave emotiva e domestica dei continuum elettronici britannici dagli anni '90 ad oggi.

CONTENT